domenica 16 giugno 2013

Nessuno dev'essere perfetto

Ognuno di noi ha mirato da sempre, in maniera più o meno cosciente, alla perfezione. Generalmente ciò si tende a farlo per tutta la vita. Ma vi siete mai chiesti il perché? Per contentare gli altri, non noi di certo. Il condizionamento ricevuto attraverso i metodi educativi stereotipanti e stereotipati ci ha imposto la perfezione.

Cercare la perfezione significa non accettare la propria natura, la propria identità. Si cerca di essere meglio di ciò che si è già. Se, per un verso, questo non è assolutamente errato, in realtà, quando si eccede nel pretendere la perfezione, vuoi da te stesso, vuoi dagli altri, si rischia di diventare dei paranoici incontentabili. Del resto, gran parte dell'umanità spreca molto tempo della propria vita alla ricerca del miglioramento continuo senza mai contentarsi di CIO' CHE GIA' POSSIEDE.
(Immagine presa dal web)

Proprio così, come dicevo poc'anzi, la ricerca della perfezione in sé, volta al miglioramento delle proprie capacità fisiche, psichiche, relazionali ed economiche, va bene e funge da stimolo. Ciò che non va bene è il non essere mai contenti degli obiettivi che si è già raggiunti. In altre parole, bisogna cercare la perfezione ma non essere perfetti. Stimolarsi al miglioramento senza mai degenerare negli eccessi.

Purtroppo gli spot pubblicitari, e i mass media in generale, ci propinano a tutte le ore degli ideali di perfezione che noi, di certo, non crediamo di possedere e, in effetti non possediamo né potremo mai possedere. E allora tutti vogliono avere gli addominali come il tale attore, il seno come tale attrice, la comunicativa del tale coach.
(Immagine presa dal web)

Ricordate: gli esempi vanno presi come stimolo al miglioramento e non, come tanti fanno, come via da seguire senza porsi domande. Come potete leggere dal titolo, NESSUNO DEV'ESSERE PERFETTO! Ognuno di noi, se è così com'è, c'è una ragione, altrimenti non sarebbe mai nato, non avrebbe mai abitato un corpo né, tanto meno, si sarebbe messo in gioco!
(Immagine presa dal web)

LA VERA PERFEZIONE STA NELL'ACCETTAZIONE INCONDIZIONATA DI SE' SENZA VOLER CAMBIARE NULLA! Solo quando ci saremo accettati per come siamo, smetteremo di inseguire inutili chimere e di voler contentare sempre gli altri. Non piacete al vostro partner? SMETTETELA DI CREARVI COMPLESSI, DI PIANGERE E MOLLATELO! La vita è cambiamento, mai adeguamento agli altri. L'adeguamento porta alla stasi e alla morte!
(Immagine presa dal web)

Quando ci saremo accettati nella nostra magica unicità, solo allora potremo seguire la via per migliorare noi stessi senza per questo dover cercare la perfezione. La perfezione è sinonimo di paranoia, di ossessione, maschera insicurezza, paura di non piacere agli altri COSI' COME SI E'. Smettiamo di crederci imperfetti perché, se ci riflettete un attimo, sono stati gli altri a farci credere così, non noi di certo.

Impariamo la DIS-EDUCAZIONE, torniamo al piacere primordiale dell'accettazione di se senza dubbi né paure. Se non piaceremo agli altri, vorrà dire che le nostre strade dovevano dividersi. MEGLIO PIACERE A POCHI ED ESSERE SE STESSI VIVENDO FELICI, CHE PIACERE A TUTTI RIMANENDO INTRAPPOLATI NELLA GABBIA DELLE ALTRUI ASPETTATIVE!

Vincenzo Bilotta