domenica 14 ottobre 2012

Cambia te stesso se vuoi cambiare il mondo


Oggi parlerò del cambiamento. Per cambiamento intendo quel cambiamento consistente nel lavoro su di Se volto alla trasformazione interiore. Ovviamente sarebbe più facile per tutti se a cambiare fosse il mondo invece che noi. Questa, però, è mera utopia. E' molto più "semplice" lavorare su di Se per cambiare il mondo che aspettare che il mondo cambi e diventi come a noi più piace.

 La maggior parte della gente, oggi, non fa altro che desiderare il cambiamento del mondo che la circonda e per ciò stesso non si accorge di rimanere ancorata ai vecchi schemi di pensiero che non le consentiranno di modificare a suo vantaggio la realtà circostante. Chi aspetta che il cambiamento avvenga dall'esterno, sarà una di quelle persone pronte a lamentarsi di tutto, a non accettare mai la vita COSI' COM'E' quale dono di Dio ed occasione per vivere esperienze a fini altamente evolutivi per la propria Anima. Non è lamentandosi che si cambiano le cose. Si cambia DECIDENDO DI VOLER CAMBIARE.

Il mondo è sempre lo stesso in quanto è una realtà oggettiva. Ha un colore neutro e nessuna carica emotiva. Ognuno di noi, invece, vede il mondo in maniera soggettiva. Ciò in base alle proprie esperienze, la propria "educazione", la propria cultura ed esperienza personale ottenuta attraverso l'interazione con eventi e persone maturata nel corso della sua vita.

Siamo noi a dare colore al mondo attraverso chiavi di lettura che sono retaggio del nostro passato. Di conseguenza il mondo è bello se noi abbiamo avuto esperienze di riferimento belle mentre, viceversa, il mondo diventa un luogo poco piacevole qualora il nostro passato non è andato come desideravamo andasse e fatichiamo ancora ad accettarlo.

Noi dipingiamo il mondo coi colori che abbiamo dentro! Se ho davanti a me una tela e voglio dipingerla di verde ma ho tutti gli altri colori tranne che questo, o compro il colore mancante o cambio hobby! Tradotto in italiano, se il mondo non mi piace e vorrei che fosse diverso, allora vuol dire che è venuto il momento di cambiare il mio modo di vederlo lavorando su me stesso.

Il problema fondamentale è che tutti noi guardiamo il mondo con gli occhi del passato e non ci accorgiamo che è questo il problema fondamentale, non il mondo in se che è neutro. Solo lavorando su di noi e sulle nostre convinzioni limitanti possiamo ottenere il cambiamento della realtà che ci circonda. Dopotutto il mondo esterno riflette il nostro mondo interiore e ci da la chiave di lettura dei punti che andrebbero cambiati in noi. Per fare ciò bisogna avere occhi per leggere ed essere svegli o almeno con un occhio aperto.

La luce all'inizio fa male dopo anni di oscurità, ci si deve abituare gradualmente. Quando prendiamo coscienza del nostro lato oscuro, possiamo iniziare il lavoro su di noi volto al cambiamento evolutivo interiore. Vi starete chiedendo come ci si accorgerà dei progressi fatti attraverso il lavoro su di Se? Basta osservare la realtà che vi circonda.

Lo capirete da come cambieranno le cose man mano che andrete approfondendo il lavoro in quanto il mondo fa da specchio alla nostra realtà interiore. La parola chiave di oggi la possiamo ricavare dal titolo del mio articolo: CAMBIA TE STESSO SE VUOI CAMBIARE IL MONDO! Da oggi niente più lamentele nè giudizi negativi sul mondo e sulle persone.

Impariamo a prenderci la responsabilità di cambiare noi stessi e diamo esempio agli altri non curandoci delle critiche o commenti che riceveremo per il nostro cambiamento. IL MONDO E' CIO' CHE PENSIAMO DI LUI. Iniziamo a cambiare pensiero e tutto cambierà. La vita è magia, una magia chiamata pensiero creativo.

Vincenzo Bilotta